Per combattere il mal di testa, puoi provare

Ketodol

Che cos'è ketodol?

Ketodol è un farmaco di automedicazione, antidolorifico e antinfiammatorio.

Non richiede la prescrizione del medico e viene utilizzato in caso di dolori di varia origine e natura, come:

  • Mal di testa
  • Dolori alle ossa, alle articolazioni e ai muscoli
  • Mal di denti
  • Dolori mestruali
  • Dolori ai nervi (nevralgie)
scatola ketodol

Ketodol è disponibile in pratiche compresse e assicura una doppia azione:

  • Allevia il dolore combattendo l’infiammazione

  • Protegge lo stomaco

Grazie alla funzione protettiva nei confronti della mucosa gastrica e alla formulazione in compresse è possibile utilizzare Ketodol, quando necessario, già all’insorgere dei primi sintomi.

A cosa serve ketodol?

dolori

Ketodol appartiene alla categoria di farmaci detti FANS, cioè farmaci antinfiammatori non steroidei. Se si assume Ketodol per il mal di testa, meglio farlo quando il dolore è ancora piuttosto lieve. In genere se si prende un analgesico all'inizio dell'attacco si riesce a controllare il dolore e a interrompere il meccanismo con cui il mal di testa si "autoalimenta"; se invece si attende che il dolore arrivi al suo picco i farmaci potrebbero funzionare solo in parte. Grazie all’azione congiunta di due principi attivi, il sucralfato e il ketoprofene, Ketodol può alleviare i sintomi dei dolori più comuni, come il mal di testa, e combattere efficacemente le infiammazioni che spesso sono all’origine di dolori, disturbi e patologie, proteggendo lo stomaco. Ketodol, grazie all’azione del ketoprofene, è indicato nel trattamento di:

  • mal di testa, come emicranie e cefalee;

  • dolori mestruali, spesso caratterizzati da dolori “a crampo”;

  • mal di denti, spesso causati dall’infiammazione della polpa del dente (la parte interna che contiene le terminazioni nervose) o delle gengive: Ketodol riduce il dolore in attesa che l’intervento del dentista risolva la causa primaria;

  • dolori a muscoli e articolazioni, come il dolore da traumi, il mal di schiena, la sciatalgia, il torcicollo, la tendinite e il dolore delle articolazioni causato dall’artrosi.

Principio attivo di Ketodol

I principi attivi che sono alla base dell’azione di Ketodol sono due:

ketodol farmaco antidolorifico

Ketoprofene

Il ketoprofene, contenuto nel nucleo centrale della compressa, appartiene alla classe dei FANS (farmaco antinfiammatorio non steroideo), attenua il dolore e riduce l’infiammazione.
ketodol compresse
farmaco gastroprotettore

Sucralfato

Il sucralfato, contenuto nello strato più esterno della compressa, è un farmaco che agisce a livello locale sulla mucosa gastrica proteggendola.

Azione analgesica contro il dolore

Ketodol contiene due principi attivi, per un’azione antinfiammatoria che combatte il dolore. Grazie al ketoprofene, Ketodol combatte e riduce il dolore. Il ketoprofene, che è contenuto nel nucleo centrale della compressa, appartiene alla classe dei farmaci antinfiammatori non steroidei e viene rapidamente assorbito dal tratto gastrointestinale dell’apparato digerente. Svolge sia un’azione analgesica, attenuando o eliminando il dolore, sia un’azione antinfiammatoria, contribuendo a rallentare l’infiammazione e ad alleviare i sintomi del disturbo. Una volta che la compressa giunge nello stomaco, prima si libera il sucralfato contenuto nello strato esterno e poi il ketoprofene contenuto nel nucleo. Il ketoprofene agisce inibendo la sintesi delle prostaglandine, mediatrici delle infiammazioni, ed è indicato per il mal di testa e per i dolori di natura muscolare, articolare e infiammatoria in genere.

farmaco con azione analgesica
farmaco azione gastroprotettiva

Azione protettiva dello stomaco

Grazie al sucralfato, Ketodol agisce localmente sulla mucosa gastrica, proteggendola. Le compresse di Ketodol contengono sucralfato, che svolge un’azione di protezione della mucosa gastrica. Infatti, una volta che la compressa ha raggiunto lo stomaco, il sucralfato si discioglie e protegge le pareti gastriche prima che il nucleo della compressa liberi il principio attivo ketoprofene. Il sucralfato è un gastroprotettore composto da uno zucchero, il saccarosio, e da idrossido di alluminio. Questi si legano alla mucosa gastrica e danno origine a una barriera fisica che previene il contatto degli acidi con le pareti dello stomaco. Per il suo potere protettivo, il sucralfato viene anche utilizzato nel trattamento di gastriti, esofagiti da reflusso, ulcere gastriche e duodenali.

foglietto illustrativo

Scarica il foglio illustrativo

Scarica e salva il foglietto illustrativo per consultarlo anche offline.

Scarica
icona faq

Hai dubbi?

Hai qualche dubbio? Leggi le risposte ad alcune domande su Ketodol.

Leggi le FAQ